.
Annunci online

hommerevolte
Blog-Lab di Luca Guglielminetti e del Nuovo Caffé Letterario
Link
Cloud Tags

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Locations of visitors to this page


PROFILO - @Google

INCIPIT
C'è la bellezza e ci sono gli umiliati. Qualunque difficoltà presenti l'impresa, non vorrei mai essere infedele né ai secondi né alla prima." (Albert Camus)
L'uomo in rivolta

Cerca sui miei blog



Nuovo Caffé Letterario

Anche su:


Nuovo Caffé Letterario

Promuovi anche tu la tua Pagina



Pubblicazioni on-line su: ISSUU


Video
Vimeo


politica interna
Da Renzi a chi mi pare
17 febbraio 2013
Dopo Renzi

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Matteo Renzi elezioni politica

permalink | inviato da hommerevolte il 17/2/2013 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
Italia desta?
19 maggio 2011

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia elezioni kore 2011design

permalink | inviato da hommerevolte il 19/5/2011 alle 18:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Nota sulla campagna elettorale milanese
17 maggio 2011


La campagna elettorale appena terminata, specie nel caso milanese, è stata
attraversata da un uso e abuso politico del passato al fine di delegittimare
l'avversario politico.

Spiace veramente molto che siano rimaste coinvolte in queste volgari azioni di
delegittimazione politica anche dei figli e delle figlie di vittime del
terrorismo.
Spiace ancor di più, però, osservare che, talvolta, questi ultimi forse non
sono sempre stati nella posizioni più neutra e disinteressata possibile per
difendersi o attaccare: cioè fuori da quel variegato mondo (politico,
mediatico ed accademico) che fino ad oggi non ha avuto nessun interesse a
storicizzare quanto accaduto negli Anni di Piombo.

politica interna
Endorsment torinese
10 maggio 2011

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd fassino elezioni torino 2011 la ganga

permalink | inviato da hommerevolte il 10/5/2011 alle 10:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
10 (buone) ragioni per astenersi dal voto di domenica
24 marzo 2010
10 (buone) ragioni per astenersi dal voto di domenica
(da un'idea di Fabrizio, che ringrazio):

1.    Il linguaggio stracotto  :  obsoleto nella forma e nei contenuti in bocca ad un ceto politico invecchiato malamente;
2.    La selezione darwinista sociale dei candidati :  non il merito e la capacità, ma il portafoglio per un investimento in campagne a buon rendere;
3.    L’abuso delle donne : procace velina o algida passionaria, sono la medesima moneta falsa sul mercato politico in pasto a elettori poveri di fantasie sessuali o di spirito umoristico;
4.    L’ecologia assente ingiustificata : ovvero il bel paese nel quale a nessuno frega del habitat naturale ed antropico in cui vive;
5.    Il pedissequo manicheismo degli elettori : due popoli per i quali è tutto bianco o tutto nero;
6.    Il conformismo bipartisan della cultura : per cui quello che conta sono i chilogrammi di rassegna stampa che produce;
7.    Laicità negletta : per codardia codina diffusa, con rarissime eccezioni;
8.    La comoda Europa : piena di vocali, riempie bene la bocca, soprattutto nei discorsi d’apertura delle autorità che poi corrono via per pregressi impegni istituzionali, molto locali;
9.    Programmi illeggibili con alleanze improbabili : candidati presidenti di Regione incapaci di scrivere in capoversi di lunghezza decente esprimono la banalità dell’A4, mentre la miriade di liste che li segue rendono il contenuto incredibile;
10.    L’autoesilio della scelta astensionista ha valore solo se accompagnato da consapevolezza proattiva, nel dubbio si può sempre optare per voti disgiunti : non sia accidia, insomma.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni astensione non voto

permalink | inviato da hommerevolte il 24/3/2010 alle 10:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
POLITICA
ELEZIONI 2008: UN BAGNO DI SANGUE?
15 aprile 2008

 

Il PD cannibalizza tutto la sinistra: scompaiono dal parlamento non solo i socialisti, come prevedibile, ma tutta la sinistra Arcobaleno. Bertinotti si ritira, Boselli si dimette; non un parlamentare comunista o socialista ed accanto al PD un solo partito che non si può definire esattamente di centrosinistra come l'IdV di Antonio Di Pietro.
Veltroni perde con uno scarto del 9% su Berlusconi e non è riuscito a sottrarre un solo voto al centro, mancando la scommessa di conquistare i voti moderato e del nord. Il risultato più impressionante è lo sfondamento della Lega, in Emilia Romagna in particolare.

Tutta la stampa è unanime nel considerare positivo la semplificazione raggiunta: 3-4 partiti in tutto siederanno in Camera e Senato. Un risultato che dimostra l'ampia sovrastima, e in qualche caso la malafede, delle lunghe  dissertazioni sul sistema elettorale, ma soprattutto un risultato che riconduce ad una riduzione del sistema partitico auspicato da molti componenti intellettuali, politiche e d'affari dopo il crollo del Muro di Berlino.

A monte del risultato elettorale saranno pochi oggi a leggere quanto è successo ancora nel corso dell'ultima legislatura prodiana in termini di intervento della magistratura sulla politica: se accanto a Veltroni c'è solo Di Pietro e mancano Mastella e Pecoraro Scanio, qualche merito ce l'hanno anche i PM. Non escluderei, cioè, che il risultato di ieri  rappresenti anche un punto d'approdo di quanto è iniziato con Tangentopoli.

Questo punto di arrivo però non può essere oggi demonizzato: il risultato è oggettivamente utile al paese, pur lasciando un'ombra che lo seguirà soprattutto nella futura evoluzione del PD. Va preso atto che siamo arrivati ad una democrazia dell'alternanza, nel quale i due attori principali, PDL e PD, hanno la stessa forza che una volta avevano rispettivamente la DC e il PCI. Se intorno a loro sono sopravvissuti solo l'UDC, la Lega e l'IdV, questo è dovuto essenzialmente ai ritardi culturali della sinistra, cosiddetta radicale, ed all'inettitudine con cui è stata gestita negli ultimi dodici anni la eredità dell'ex-PSI.

I primi, la sinistra oggi extra parlamentare, marxista e comunista, pur con venature riconducibili alla sinistra socialista lombardiana da cui nasce il suo leader Bertinotti, ha molto velato la falce e martello pur continuando, ad esempio, a disquisire sulla declinazione tra Marx ed Haidegger in chiave rivoluzionaria, come sul Manifesto di pochi giorni fa.
I secondi, i dirigenti dell'ex PSI, hanno cavalcato per un decennio una miope strategia atta a salvaguardare solo minime rendite di posizione individuali, giungendo fuori tempo massimo ad unificare la diaspora dopo aver gettato al vento quelle collaborazioni con Verdi e Radicali, dalle quali avrebbero potuto trarre giovamento in termini di contaminazione culturale reciproca, e che sono invece state utilizzate come meri artifizi elettorali atti alla sopravvivenza spicciola.

La sinistra fuori dal Parlamento rischia solo di regredire ulteriormente in una dimensione dove la radicalità avrà maggior agio, il Partito socialista sembra non avere più alcun futuro.

Con meno dell'1% il PS non avrà neppure il rimborso elettorale: al fallimento politico seguirà quello finanziario.
Assisteremo ancora una volta al nascere di micro iniziative atte alla sopravvivenza di qualche esponente socialista in pensione, ma ai più, l'unica l'alternativa praticabile, è quella già ampiamente pronosticata un anno fa: alla spicciolata entreranno nel PD. Dalla porta di servizio, come si adice a chi ha truffato l'orgoglio di un popolo riducendolo a 355.581 unità.

 

(Luca Guglielminetti)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra pd elezioni socialisti boselli

permalink | inviato da hommerevolte il 15/4/2008 alle 18:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo