.
Annunci online

hommerevolte
Blog-Lab di Luca Guglielminetti e del Nuovo Caffé Letterario
Link
Cloud Tags

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Locations of visitors to this page


PROFILO - @Google

INCIPIT
C'è la bellezza e ci sono gli umiliati. Qualunque difficoltà presenti l'impresa, non vorrei mai essere infedele né ai secondi né alla prima." (Albert Camus)
L'uomo in rivolta

Cerca sui miei blog



Nuovo Caffé Letterario

Anche su:


Nuovo Caffé Letterario

Promuovi anche tu la tua Pagina



Pubblicazioni on-line su: ISSUU


Video
Vimeo


politica interna
I segreti della casta, ovvero la solita italietta
18 luglio 2011
Un interrogativo acuto dello storico David Bidussa, troviamo sul sito "L'inkiesta":

Togliatti cancellò il fascismo con l’amnistia. Cosa faremo, noi, con la nostra epoca?

Che si conclude con con questo capoverso:

"Il discorso sul fascismo non è solo sguardo rivolto al passato. Riguarda anche il presente. E’ la spia di un vizio che si è manifestato nel 1946 e poi è riapparso tutte le volte che si trattava di confrontarsi con l’eredità pesante di una lunga stagione politica. Ogni volta crollato un sistema, l’atto automatico è quello di considerarlo un corpo estraneo, evitando di analizzare le responsabilità e il consenso dato che ne permisero il funzionamento e la durata. Non riguarda solo il fascismo, ma anche l’Italia della Prima Repubblica su cui è tempo di rompere il silenzio, o di abbandonare quel giudizio categorico solo a parole: moralistico e inconsistente. Anche lì il problema è riuscire a fare i conti fino in fondo. Soprattutto volerli fare. Per evitare che anche questa Seconda Repubblica che declina sia archiviata con facilità e senza capire, davvero cosa ci è successo."

Giusto! Ma il presente si appresta invece ad archiviarsi rivolgendo i suoi strali qualunquisti alla casta come se fossimo sempre all'epoca del Duce. Così non convince punto il blog (e la pagina FaceBook) de "I segreti della casta di Montecitorio", il più visitato e clikkato di questi giorni e di queste ore. A nessuno viene in mente la riflessione : se il presunto autore non lo avessero licenziavano, lui non ci avrebbe detto i segreti della casta!

Al di là che l'operazia "segreti della casta" sia vera o, più presumibilmente, farlocca, il suo successo è lo specchio dello stesso paese: l'italietta moralista per vendetta, conformista per viltà.

Putroppo siamo sempre lì, anche per il berlusconismo, così come già per tangentopoli: o Piazza Venezia, o Piazzale Loreto.



politica interna
L'analisi fulgida di Rino Formica
7 giugno 2011

Gran bell'articolo

di Rino Formica


su il Riformista di oggi

Le transizioni abortite riproducono altre transizioni. La lunga transizione (20 anni) ha messo in luce la sua vera debolezza: negare il conflitto dei poteri...


Si ritenne sufficiente eliminare i più fastidiosi ed inorganici pezzi del ceto politico ed esaltare il potere salvifico e liberatorio di una ipocrita evocazione del primato della morale su la politica...


Nella democrazia organizzata del ‘900 il binomio comando ed obbedienza aveva le radici nel dominio delle ideologie.
Nella democrazia disarticolata della politica fluida il comando e l’obbedienza hanno perso il carattere nobile dell’adesione ad una visione per assumere l’aspetto volgare della fedeltà ad un capo...




sfoglia
giugno        agosto